Turismo Marche : Cosa vedere


La regione rievoca il suo grande passato nelle città d’arte, tra le piazze che sembrano salotti, nei borghi medioevali dove il tempo sembra essersi fermato, tra le strade e tra i palazzi signorili.

 

Ascoli Piceno rappresenta una delle città monumentali d’Italia con il suo centro storico medioevale e Piazza del Popolo, ornata da un loggiato ad archi e dalla mole con torre merlata del palazzo dei Capitani del Popolo. In città si possono visitare alcuni laboratori artigiani, espressione della creatività e bravura ascolana, come quella dei liutai. La prima domenica del mese di agostole strade della città fanno da cornice alla storica “Quintana”, dove abili cavalieri si sfidano alla giostra del Saracino.
 
Antico snodo portuale, nota come “Porta d’Oriente”, Ancona conserva monumenti di pregio e una spiaggia accogliente. La Cattedrale di San Ciriaco sorge sul luogo di un’antica acropoli greca ed è considerata una delle più interessanti chiese medioevali delle Marche.
 
Anche la regione Marche, con il centro storico di Urbino, fa parte dei Siti Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, che con il Palazzo Ducale, rappresenta un interessante esempio architettonico ed artistico del Rinascimento italiano.
 
Una visita merita anche Gradara, con la rocca, magnifico esempio di architettura militare medioevale e luogo, secondo la tradizione, ove Paolo e Francesca si baciarono, così come narrato da Dante nel quinto canto dell’Inferno.
 
Per il turismo religioso, il santuario Mariano di Loreto è una tappa importante in quanto considerato uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più importanti del mondo cattolico.
 
Per gli amanti della musica classica a Pesaro, due settimane in agosto di full immersion nelle note del pesarese Gioacchino Rossini. Il Rossini Opera Festival è divenuto un appuntamento imperdibile per i melomani di tutto il mondo nella suggestiva cornice della città che offre attrattive non solo culturali.
 
Se si vuole essere sommersi di caramelle e cioccolatini, niente di meglio che andare a Fano durante il periodo del Carnevale. Di origine antica, il carnevale di Fano ha almeno 3 elementi originali: il lancio dai carri allegorici di dolciumi sulla folla, il caratteristico “vulon”, maschera caricatura dei personaggi più in vista della città, e la musica Arabica, banda musicale i cui strumenti sono barattoli di latta, caffettiere e brocche.
  • Condividi: