Turismo Molise : Cosa assaggiare


In questa regione dalla vocazione prettamente agricola, la cucina regionale si basa sui prodotti della terra e della pastorizia, arricchendosi anche delle influenze delle vicine regioni. Tra le eccellenze del territorio, spiccano l’olio extravergine di oliva, il tartufo di Isernia e la pasta di grano duro.

 

Moltissimi i piatti caratteristici: dai maccheroni alla chitarra, alle pallotte cacio e uova, alla pasta e fagioli, alla polenta passando per l’agnello e i turcinelli arrostiti, formati da interiora di agnello e frattaglie.
 
Svariati sono i salumi, tra cui i saggicciotti, salsicce di fegato, la ventricina e la pampanera, pancetta con peperoncino essiccata al forno.
 
Prerogativa gastronomica della regione sono i latticini, in particolare il caciocavallo e la stracciata di Agnone e dell’Alto Molise, il fior di latte di Boiano, le mozzarelle di bufala di Venafro, il pecorino del Matese. Ovunque si producono scamorze e burrini, composti da una parte esterna di caciocavallo e una interna di burro.
 
Tra i dolci tipici, posto d’onore ha la mostarda d’uva (marmellata tipica della campagna molisana), mentre i cauciuni (dolci ripieni di pasta e ceci), le ostie farcite (cialde riempite con noci e mandorle), le peccellate (dolci ripieni di mosto cotto o marmellate) e le cippillati (ravioli al forno con ripieni di amarene) sono il modo migliore per finire con dolcezza il pranzo.
 

Di ottima qualità i vini locali, tra cui il Biferno e il Pentro.

  • Condividi: