Turismo Sicilia : Cosa assaggiare


La cucina siciliana affonda le proprie radici nelle tradizioni dei diversi popoli che l’hanno dominata. Il risultato è una gastronomia dai gusti eterogenei, affascinante e gustosa, crocevia tra Occidente e Oriente. Pesce fresco, spezie e aromi, dolci deliziosi, frutta secca e agrumi sono solo alcuni degli alimenti principali che abbondano nelle tavole dei siciliani.

 

A stuzzicare l’appetito una lunga sfilza di antipasti: dagli arancini di riso, ai cazzilli palermitani (crocchette di patate fritte), alle scacce, tipiche del ragusano. La pasta fatta a mano è la regina dei primi piatti: pasta con le sarde, cavatelli, pasta con i nero di seppia, alla norma (con melanzane, salsa di pomodoro e ricotta salata). Diffuso nella zona del trapanese il cous cous, ricetta di derivazione araba, qui preparata esclusivamente con il pesce.
 
Il pesce primeggia anche tra i secondi, soprattutto cozze, scampi, pesce spada e; mentre tra le carni, più diffuse tra le città dell’entroterra, spiccano maiale e carni bianche.
 
E per finire la famosa pasticceria siciliana, dove ricotta e pasta di mandorle regnano sovrane.
 
Una menzione particolare meritano i tanti prodotti di questa regione che hanno ottenuto il marchio di DOP e IGT, rendendo la Sicilia punto di riferimento ormai nel mondo per la dieta mediterranea, fatta di alimenti sani e genuini. L’olio extra-vergine di oliva, le arance rosse, le uve di Canicattì, i pomodori di Pachino, i capperi di Pantelleria, i fichi d’India e le olive di Nocellara del Belice sono le eccellenze della gastronomia siciliana. Infine i formaggi, come il Ragusano Dop e il pecorino, i saporiti insaccati, come il salame di Sant’Angelo e i fragranti prodotti da forno, come la pagnotta di Dittaino.
 
La Sicilia vanta una tradizione enologica millenaria. Gusti decisi e corposi caratterizzano i vini di questa regione: dal Nero d’Avola, tra i più conosciuti, al Nero di Erice, il Syrah, il Cerasuolo di Vittoria, il Menfi, Santa Margherita di Belice e il Nero Nisseno tra i tanti. Dolci e intensi il Moscato e il Passito di Pantelleria, il Marsala e il Malvasia. 
  • Condividi: