VENDEMMIA IN CALO DEL 3,5%

Food & Wine  in Italia  : VENDEMMIA IN CALO DEL 3,5%

È la seconda più scarsa dal 1950. Tutta colpa del grande caldo. Ma per gli enologi la qualità non ne risentirà.
Gli enologi l'avevano detto qualche mese fa, al loro congresso: il global warming fa paura alle campagne, ma non ai vigneti; in cantina gli effetti del grande caldo si possono padroneggiare. Puntuale, arriva la conferma: la vendemmia, partita in anticipo sotto la spinta di sette anticicloni, fa registrare un ulteriore calo della produzione (3,5% rispetto al 2011 e -8% su base quinquennale), mala qualità non ne risente. Anzi, se settembre non deluderà, secondo Assoenologi si potrà puntare a un millesimo "di alto livello". 

ARCHIVIO
  • Condividi: